breve glossario di terminologia tecnica sugli esami radiografici

Endorale o Periapicale

Si utilizza un sensore di piccole dimensioni posizionato all’interno della bocca: l’immagine viene immediatamente visionata a monitor. La radiografia endorale o intraorale interessa solo alcuni elementi dentali (da uno a tre per singolo sensore). Serve per visualizzare in modo specifico l’anatomia del singolo elemento (corona, radice del dente, tessuto gengivale) quando si sospetti una patologia circoscritta a questo elemento (carie, ascesso, cisti, tasca, frattura). È utile nel corso della cura canalare per valutare la forma e la dimensione del canale radicolare.

Panoramica

La radiografia panoramica dentale (chiamata anche Ortopanoramica, Ortopantomografia o OPT) è un’ indagine apparentemente semplice, in realtà basata su una tecnologia raffinata e pertanto esposta a possibilità di artefatti e di possibili errori. Scopo dell’ortopantomografia è di fornire un’immagine nitida e senza sovrapposizioni delle arcate dentarie e delle strutture adiacenti . Serve per avere una visione globale dello stato dei denti, dell’osso mandibolare e mascellare, delle articolazioni, e consente di visualizzare con una sola esposizione tutte le zone da valutare, offrendo all’odontoiatra una visuale completa dell’anatomia del paziente.
È un esame rapido, di norma pochi secondi, e non fastidioso .

Teleradiografia del cranio L.L e P.A.

La teleradiografia del cranio è un esame usato a scopo diagnostico e soprattutto cefalometrico : consente di fare misurazioni utili per pianificare un trattamento ortodontico. Si esegue utilizzando un apparecchio radiografico munito di craniostato che permette di posizionare il cranio del paziente in una precisa posizione al fine di rendere ripetibile l’esame a distanza di tempo per  successive comparazioni : Il sensore ad alta risoluzione e le caratteristiche evolute della sorgente dei raggi consentono di ottenere immagini ad elevato valore diagnostico e con una dose di radiazioni nettamente bassa.
Questo esame offre all’odontoiatra una visuale completa dell’anatomia del paziente e può essere acquisito in posizione frontale o laterale ( in quest’ultimo caso si visualizzano i profili dei tessuti molli ,naso-labbra-mento). Vengono inoltre visualizzate le prime vertebre cervicali.

Status radiografico

L’esame consiste nella ricostruzione delle arcate dentarie complete su unico supporto mediante l'utilizzo esclusivo delle endorali. Il numero di radiografie è generalmente da 16 a 21, in base alla richiesta e al numero di denti presenti.

Bite wings

Particolare tipo di endorali posizionate in corrispondenza dei molari posteriori che permettono di osservare la corona e le superfici interprossimali dei denti contrapposti (in occlusione) . Evidenziano carie coronali, tra dente e dente e tasche gengiva.

Studio dell' articolazione temporo-mandibolare

Quando è richiesto uno studio mirato di distretti extraorali come le Articolazioni Temporo Mandibolari (ATM), è necessario ricorrere a delle tecniche altamente specifiche.
A questo scopo, ed anche in considerazione dell’importanza che riveste l’anatomia dell’ATM nel condizionarne la corretta funzione, vengono utilizzati due sistemi :

  • acquisizione tramite un apparecchio radiografico digitale che permette di evidenziare le strutture nelle proiezioni aperta e chiusa
  • oppure tramite TC con tecnica cone beam a bocca chiusa e a bocca aperta che permette di eseguire una serie di indagini volte a studiare le articolazioni nella loro completezza (ricostruzioni sagittali e coronali)

Il tipo di radiografia da eseguire è ovviamente in rapporto alle informazioni che si vogliono ricavare o alla disfunzione che si vuole diagnosticare : dimostrare alterazioni morfostrutturali dei capi ossei articolari, di verificare la posizione del condilo mandibolare, sia a riposo che durante i movimenti ed evidenziare lesioni o eventuali spostamenti del disco articolare, dislocazione, osteoartrite, fratture ecc.

Tomografia CONE BEAM

E’ un esame diagnostico che impiegando una specifica apparecchiatura a raggi X consente di ricostruire al computer la zona interessata mediante “sezioni” . Da questo il nome di “tomografia” che significa “ immagine in sezione”. A differenza della TAC tradizionale, questa tecnica usa un fascio di radiazioni conico (cone beam) che permette di acquisire tutti i dati con una sola rotazione del tubo che emette le radiazioni. Questo permette di ottenere immagini tridimensionali di elevatissima risoluzione con una dose di radiazioni estremamente bassa.

La TAC cone beam viene utilizzata prevalentemente per lo studio delle arcate dentarie in previsione di interventi di implantologia , di estrazione degli ottavi, nella visualizzazione dei denti inclusi o varie anomalie difficilmente interpretabili con la diagnostica tradizionale. Può essere usata anche per altre patologie delle ossa mascellari, per lo studio delle articolazioni temporo-mandibolari e dei seni paranasali.

E’ importante presentare la prescrizione nella quale viene indicato il motivo dell’indagine, informare se ci sono particolari problematiche e, se disponibili, portare gli eventuali esami radiologici o esiti di visite specialistiche eseguiti in precedenza per poterli sottoporre all’attenzione del Medico Radiologo.
Per eseguire l’esame il paziente viene invitato a sdraiarsi sull’apposito lettino, a rilassarsi, a deglutire ed a ridurre al minimo i movimenti volontari. La durata dell’esame è di circa 40 secondi, durante i quali il tubo che emette le radiazioni esegue una rotazione intorno alla testa del paziente. Le immagini vengono immediatamente visualizzate su un monitor ad alta definizione e successivamente scansionate ed elaborate mediante l’utilizzo di specifici programmi di proprietà. Le immagini stampate verranno poi consegnate a distanza di qualche giorno dall’esame. Le urgenze vengono valutate singolarmente.
È possibile salvare l’esame su supporto informatico con dati Dicom o viewer , o acquisire le immagini con vari protocolli per l’implantologia guidata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *